Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Per maggiori informazioni visualizza le condizioni di utilizzo dei cookies.
Cliccando su OK, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Professione

Notizie e articoli relativi alla Professione

Il 02 luglio 2020 è stato pubblicato il Bando 2018 del Servizio Civile nazionale per la selezione di volontari.

L’Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti e amici (AIMaC) seleziona volontari per il Progetto Informacancro Nord, gestito dalla Federazione delle Associazioni di Volontariato in Oncologia (FAVO) e, al Centro di Riferimento Oncologico, realizzato in collaborazione con la S.O.S.D di Psicologia Oncologica.

Il Progetto si pone l’obiettivo di migliorare i servizi di informazione e orientamento, nonché il perfezionamento delle attività di sostegno psicologico, all’ammalato e alla sua famiglia. Nello specifico, "mira a creare condizioni umane di accoglienza per i malati di cancro e le loro famiglie e assicurare loro le necessarie informazioni - tramite opuscoli e ricerche dedicate - per affrontare la malattia e facilitare l’accesso ai benefici previsti dalle leggi dello stato e al mantenimento del posto di lavoro, contribuendo in tal modo a un’adeguata formazione civica, sociale, culturale e professionale dei giovani volontari". 

Il ruolo dei volontari comprende attività di orientamento e informazione, e collaborazione alle attività della SOSD di Psicologia Oncologica finalizzate all’accoglienza dei bisogni di pazienti e familiari e a fornire loro risposte adeguate.

L’anno di Servizio Civile in ambito oncologico rappresenta per il Volontario non solo un’occasione per una crescita umana personale ma anche un’esperienza arricchente dal punto di vista professionale.

Il bando è riservato ai giovani tra i 18 e i 28 anni e 364 giorni

La domanda di partecipazione può essere fatta solo attraverso la piattaforma DOL al link:: https://domandaonline.serviziocivile.it

Il termine per la presentazione delle domande scade il 10 agosto alle ore 14:00

Il Centro di Riferimento Oncologico ha a disposizione 2 posti.

Per maggiori informazioni sul Progetto, visitare il sito della FAVOwww.favo.it ), o chiamare la SOSD di Psicologia Oncologica al numero 0434659258, o inviare una mail a .

Sospensione dall’albo per il professionista che non comunicherà il proprio domicilio digitale (vale a dire un indirizzo di posta certificata contenuto nell’Anagrafe nazionale della popolazione residente a disposizione delle Pubbliche Amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi, ndr) all’Ordine di appartenenza. E’ quanto previsto dal Decreto Semplificazione, approvato dal Consiglio dei Ministri e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

Nel dettaglio, all’articolo 37 – che tratta delle “Disposizioni per favorire l’utilizzo della posta elettronica certificata nei rapporti tra Amministrazione, imprese e professionisti” – si interviene sull’articolo 16 del decreto legge 29 novembre 2008, n. 185 (convertito, con modificazioni, nella legge 28 gennaio 2009, n. 2), con la modifica del comma 7 bis come riportato di seguito: “Il professionista che non comunica il proprio domicilio digitale all’albo o elenco di cui al comma 7 è obbligatoriamente soggetto a diffida ad adempiere, entro trenta giorni, da parte del Collegio o Ordine di appartenenza. In caso di mancata ottemperanza alla diffida, il Collegio o Ordine di appartenenza commina la sanzione della sospensione dal relativo albo o elenco fino alla comunicazione dello stesso domicilio”.

“L’omessa pubblicazione dell’elenco riservato previsto dal comma 7, il rifiuto reiterato di comunicare alle pubbliche amministrazioni i dati previsti dal medesimo comma, ovvero la reiterata inadempienza dell’obbligo di comunicare all’indice di cui all’articolo 6- bis del decreto-legislativo 7 marzo 2005, n. 82 l’elenco dei domicili digitali ed il loro aggiornamento a norma dell’articolo 6 del decreto del Ministro dello sviluppo economico 19 marzo 2013 – prosegue il testo – costituiscono motivo di scioglimento e di commissariamento del collegio o dell’ordine inadempiente ad opera del Ministero vigilante sui medesimi”.

ATTENZIONE! Non devono comunicare l'indirizzo pec sli iscritti che  possiedono una casella di posta elettronica con estensione @psypec, ovvero quella offerta dall' Ordine. 

L'Osservatorio di Psicologia Clinica Perinatale dell'Università di Brescia promuove lo Studio "Indagine esplorativa sulla salute psicofisica nella perinatalità durante la pandemia e il periodo complesso COVID-19" con una Survey rivolta a tutti gli operatori della perinatalità (psicologi, ostetriche, neonatologi, puericultrici, infermieri, assistenti sanitari ecc...) e una Survey per i Servizi Sanitari pubblici e privati del territorio italiano.


L'obiettivo è valutare l'impatto COVID-19, con i relativi provvedimenti adottati nel nostro paese per contenere la diffusione del virus, sulla salute psicofisica degli operatori della perinatalità e sul funzionamento dei Servizi Sanitari dedicati, di come si sono organizzati nelle criticità, dall'emergenza all'outcome, per attivare specifici percorsi di formazione e interventi di prevenzione per la promozione della salute psicofisica perinatale.


Lo Studio è stato approvato dal Dipartimento di Scienze Cliniche e Sperimentali dell'Università di Brescia e autorizzato dal Comitato Etico, ASST Spedali Civili Brescia.

La survey è anonima e richiederà 15 minuti circa.

Link: https://survey.unibs.it/index.php/924116?lang=it

Prima di rispondere alla Survey, è necessario leggere la Nota Informativa allegata. Il Consenso Informato privacy va inviato all'Osservatorio, all'indirizzo e-mail: .

Per informazioni contattare: prof.ssa Loredana Cena, Osservatorio di Psicologia Clinica Perinatale, Università di Brescia, E-mail:

E’ stato pubblicato il Bando 2019 del Dipartimento Gioventù e Servizio Civile Nazionale per la selezione di volontari da impiegare in progetti di servizio civile. L’associazione Italiana Malati di Cancro, parenti e amici (AIMaC) seleziona volontari per partecipare al progetto Informacancro, gestito dalla Federazione italiana del Associazioni di Volontariato in Oncologia (FAVO) ed a Trieste realizzato in collaborazione con la S.C. Oncologia di ASU GI.

 

Per maggiori informazioni cliccare qui

Si pubblicano di seguito le Linee guida per i test ITC  nella traduzione in italiano autorizzata a cura della Società Italiana di Psicologia On Line (SIPSIOL).